Velo da sposa e cappellini per il giorno del sì

velo da sposa

Il velo da sposa è un accessorio importante, proprio per il valore simbolico che ha sempre avuto nelle diverse culture. Esistono tre tipi di velo:

  1. A voliera – è il classico velo che come vediamo nei film viene alzato dallo sposo quando la sposa arriva all’altare;
  2. A cattedrale lungo non meno di tre metri;
  3. Fermato ai polsi – quello che funge anche da coprispalle.

Più facili quelli che si fermano alle spalle, indicati anche per chi si sposa in municipio: qui la sposa non deve rinunciare al velo, ma meglio che eviti di sceglierne uno eccessivo.
In ogni caso, mai indossare il velo da sposa con gli occhiali da vista. Il consiglio è di pensarci per tempo, in modo da abituarsi gradualmente alle lenti a contatto e non arrivare al giorno della cerimonia con gli occhi rossi o irritati. È vero anche che molte griffe oggi propongono occhiali da vista apposta per il giorno delle nozze. Sempre meglio però un viso libero da ogni orpello.
I matrimoni celebrati negli ultimi anni in Gran Bretagna hanno riportato alla ribalta il cappello per le signore: in stile Ascot o country, indossati con i capelli raccolti, sono bellissimi e danno un tocco ultra chic.

Il velo da sposa simbolo di storia e tradizioni

Il velo da sposa è simbolo di castità prematrimoniale della donna, sopratutto se è molto lungo. Era tramandato di madre in figlia in passato, sopratutto se chi lo aveva indossato prima, aveva avuto un matrimonio felice.

Il velo però deve integrarsi con l’acconciatura della sposa, essere in armonia con il suo viso e con il vestito che indosserà e ben proporzionato con l’altezza della sposa.

Il velo non è quasi mai nello stesso materiale dell’abito da sposa e se i colori non coincidono, perlomeno devono abbinarsi piacevolmente.

Un consiglio pratico è  farsi fare un’acconciatura che stia bene sia con il velo che senza, perchè si sa riuscire a sopportare tutto il giorno il peso sulla tesa non è semplicissimo, oltre ad essere anche poco pratico.

La sposa con il velo

In molte regioni si tratta di un’ antica tradizione d’indossare il velo durante il matrimonio, in realtà l’usanza risale ad un antica consuetudine quando le donne, per entrare in chiesa, in segno di rispetto, indossavano un velo. Oggi si entra in chiesa sempre vestiti in maniera decorosa ma non più con il velo. Farlo indossare alla sposa è per sottolineare il rispetto del sacramento che si è deciso di ricevere. Non tutti gli abiti hanno il velo da sposa perché oggi viene considerato come un accessorio, un po’ come per i guanti, e non come qualcosa di indispensabile, quindi libera di scegliere se indossarlo oppure no.

I segreti dell’abito da sposa perfetto

Chi ama l’abito importante potrà sceglierlo senza timore di apparire tradizionalista: tra tagli impero e vite alte è tornato di gran moda lo stile napoleonico, cosi come gli abiti voluminosi. Questo perchè sopratutto quel giorno non è consigliabile evidenziare gli eventuali punti deboli.

Non scegliete, dunque, nulla che non vi renda belle: il tubino, l’abito a sirena, la vita stessa, lo scollo omerale dovranno andare d’accordo con la nostra silhouette. Le prove sono molto d’aiuto nella scelta. Valuterete taglio, foggia, tessuto, dettagli, acconciature e via dicendo, guardandovi allo specchio con una certa spietatezza. Da considerare anche la scelta dell’abito sposa corto, a patto che le gambe siano un punto di forza. Il classico bianco è sempre il colore leader e l’avorio rimane una valida calda alternativa, così come i colori pastello e il rosso, ormai quasi una nicchia classica. Il pizzo è invece tornato alla grande sulle passerelle del pret-a-porter. Poteva forse non accorgersene la sposa? Come decori strass, gioielli, fiocchi e, naturalmente, i fiori sono un classico. Con lo stesso identico tessuto dell’abito sarà lo strascico che può essere a pannello, volant o con doppio pizzo. Può essere corto, giusto una decina di centimetri.

C’è anche quello a cattedrale, lunghissimo, che per tradizione viene sostenuto dalle damigelle. Nella scelta dell’abito, bisogna ricordarsi sempre che verrà ammirato, per tutta la durata della cerimonia, di spalle: non vanno quindi trascurati i dettagli sul retro del vestito e sulla scollatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *