Crisi di coppia: consigli per migliorare il rapporto

Coppia in bici

Stare insieme ad una persona a volte significa anche dover affrontare dei problemi o risolvere e superare delle crisi che mettono a rischio la relazione.

Ecco alcuni suggerimenti utili per salvare un rapporto di coppia traballante.

Storia di un amore

Quando una storia inizia si crede che sia eterna e, osservando le altre coppie che battibeccano, ci si ripromette che per noi sarà diverso. In questa fase le passioni, le sensazioni e le emozioni vengono vissute con la maggiore intensità possibile ed ogni momento insieme è un’oasi di felicità.

All’innamoramento segue l’amore e la promessa reciproca di trascorrere insieme il resto della vita. La storia va avanti insomma serenamente sino a quando non ci si imbatte nelle difficoltà che, inevitabilmente, accompagnano un rapporto di coppia: ecco allora il primo litigio, vero e proprio banco di prova per una qualsiasi relazione. A ben vedere non si tratta di niente di grave, a meno che questi episodi non si succedano sempre più spesso e non vengano affrontati in maniera costruttiva.

Il problema infatti si verifica quando si ha un approccio negativo ai dissidi e, poco alla volta, i banali motivi di scontento reciproco si accumulano dando sfogo ad una vera e propria crisi. In questa fase dell’idillio iniziale non c’è più traccia e la presenza del partner viene spesso vissuta negativamente. Ed ecco il bivio: lasciarsi o tentare di superare questa situazione negativa?

La crisi

Reagire ad una crisi di coppia non sempre è facile e non sempre è utile. Se però volete tentare il tutto e per tutto per salvare la vostra storia, ecco alcuni suggerimenti da mettere in atto. Il primo suggerimento è quello che danno gli stessi psicologi di coppia https://www.psicologa-psicoterapeuta-padova.it/come-affrontare-una-crisi-di-coppia: imparate a comunicare. Molti piccoli dissidi nascono o vengono esacerbati dalla sgradevole sensazione di essere trattati con sufficienza o con poca gentilezza, dalla freddezza e dal distacco, da disequilibri tra dare ed avere che non vengono adeguatamente (e senza scoppi d’ira o crisi isteriche) discussi ed appianati.

Per camminare insieme sullo stesso sentiero è necessario giocare in coppia, in squadra. Tutto ciò è possibile se ci si prende quotidianamente l’impegno di ricreare un ambiente positivo, di aver cura dell’altro e dei suoi bisogni (ovviamente in maniera reciproca). L’uno deve essere per l’altro insomma una piacevole certezza.

E poi? Beh, e poi sarebbe il caso di indagare a fondo sulle cause che generano litigi ed incomprensioni. Perché il partner sembra prendersela tanto per qualcosa che non è poi così importante? Esiste un bug nella coppia? Perché tutto funzionava benissimo all’inizio ed ora basta un nonnulla per scatenare una scenata? Se non si è in  grado di rispondere autonomamente a queste domande è forse bene richiedere l’aiuto di un terapeuta di coppia: a volte basta davvero poco per risolvere problemi all’apparenza insormontabili.

Chiarito tutto, sarà necessario imparare a perdonare se stessi e l’altro senza mai rivangare il passato. E’ difficile? Verissimo, ma in molti casi lo sbaglio commesso da uno è l’ovvia conseguenza di un errato comportamento dell’altro.

Per evitare ciò sarebbe meglio tenere sempre ben presenti i desideri ed i bisogni del compagno, non costringendolo a continui compromessi.

E per scansare nuovi problemi? Meglio impostare regole e limiti condivisibili e trascorrere insieme del tempo di qualità condividendo esperienze ed interessi.