Extension di capelli veri: come sceglierle e averne cura

Extension capelli

Le extension di capelli veri sono degli accessori di bellezza molto amati dalle donne che giocano parecchio con il loro look, star del jet set comprese.

Insomma oggi capelli lunghi e fluenti, domani un caschetto sbarazzino: chi non vorrebbe poter passare con non chalance da uno stile all’altro assecondando gli umori del momento?

Vediamo, almeno in parte, di accontentarvi: ecco cosa c’è quindi da sapere sulle extension.

Perché usare le extension?

Beh, perché in molti casi è proprio necessario: pensate a chi, magari da sempre dedita al nuoto, tiene i capelli corti per bisogno, ma si trova anche costretta a dover realizzare un’acconciatura elegante per un giorno speciale (ad esempio il suo matrimonio).

In altri casi si ricorre alle extension, come già anticipato, perché ci si stufa di mantenere sempre la stessa immagine e si desidera cambiare look, fosse solo anche per una sera.

Altre volte invece si ha il bisogno di infoltire un po’ la propria chioma che, complici lo stress ed il cambio di stagione, di tanto in tanto si assottiglia eccessivamente.

Insomma: sarà anche una soluzione non proprio apprezzata da tutti, ma le star di Hollywood ricorrono spesso a questo trucchetto e chi siamo noi per contraddire Angelina Jolie, Nicole Kidman e comari?

Scegliere delle extension

Come scritto sul sito https://www.extension-capelli.net, se quello che desideri ottenere è un effetto quanto più naturale, le extension di capelli veri sono la scelta migliore.

Potrà anche fare impressione a qualcuno, ma partiamo dal presupposto che le extension per apparire naturali e quindi di qualità devono essere realizzate a partire dalla lavorazione di capelli veri.

In linea di massima essi arrivano dall’India, quindi dalla Cina e dal Brasile (ed in quest’ultimo caso spesso purtroppo si tratta di chiome trattate chimicamente).

Una discriminante per meglio comprendere se si sta acquistando un articolo di qualità è poi l’appartenenza o meno alla tipologia Remy. Spieghiamoci meglio. I Remy hair mantengono una direzione che va dalla radice alla punta, sono quindi più “credibili” ed in genere più lucenti. Diversamente si ha a che fare con prodotti di scarto trattati e riassemblati. I primi sono ovviamente molto più costosi rispetto agli altri.

Per individuare la fascia qualitativa delle vostre extension poi dovrete soffermarvi ad analizzare lo spessore del capello (maggiore esso sarà e migliore potrà dirsi la qualità della merce dato che questa risulterà meglio trattabile  e sicuramente più duratura nel tempo).

Le extension: manutenzione e cura

Le extension, abbiamo già avuto modo di sottolinearlo, sono dei capelli a tutti gli effetti e come tali vanno trattati. Dovrete quindi lavarli periodicamente ed innanzitutto subito dopo averli comprati. L’ideale sarebbe utilizzare allo scopo uno shampoo organico senza solfati od altri agenti chimici che danneggino i capelli. Essi non vanno però puliti per più di due volte a settimana e sempre utilizzando acqua tiepida inizialmente e fredda verso la conclusione del lavaggio.

E’ poi necessario pettinare bene le extension ogni qualvolta vengano applicate o riposte procedendo sempre dalle punte in su. Allo scopo si utilizzino spazzole a denti larghi,  mentre se avete tra le mani delle ciocche di capelli ricci, spazzolateli solo se sono bagnati.

Utilizzate periodicamente infine delle maschere nutrienti settimanali da lasciare in posa per almeno una ventina di minuti. Asciugate quindi naturalmente i capelli lavorandoli con oli specifici.