Come scegliere il vino da regalare per ogni occasione

Vino da regalare

Regalare una o più bottiglie di vino? E’ sempre una buona soluzione, soprattutto quando si è un po’ esaurita la vena creativa. Una cassa di vini può infatti stupire piacevolmente un po’ tutti, specialmente se si ha l’accortezza di informarsi circa le abitudini della persona a cui è destinato il dono.

Ecco allora una rapida carrellata di suggerimenti da tenere bene a mente quando si decide di comprare delle bottiglie da regalare a qualcuno.

Il galateo delle enoteche

In pochi lo sanno, ma regalare un vino significa anche rispettare determinate regole non scritte che gli intenditori conoscono bene. Innanzitutto, chiaramente, tali norme riguardano il buon senso: è ovvio che sia sempre meglio assicurarsi che la persona in questione non sia diventata magari astemia ed indagare sui gusti e le abitudini del destinatario.

Chiaramente poi sarebbe il caso di tenere presente anche la stagione nonché l’occasione per la quale si pensa di poter consumare la preziosa bevanda e scegliere attentamente la cantina a cui rivolgersi (ne esistono un po’ in tutte le città, ma se quelle che conoscete non vi soddisfano non lasciatevi prendere dal panico e acquistatelo online. Vi consiglio il sito www.wineowine.it.

Inoltre abbiate sempre l’accortezza di regalare il vino a coppia (due bottiglie per tipo) e di accompagnare il regalo con un simpatico biglietto di auguri, congratulazioni o quant’altro.

Un vino per tutti

Bene, adesso è giunto il momento di personalizzare il vostro regalo. Non tutti infatti possono apprezzare lo stesso vino. Ecco quindi qualche suggerimento di massima.

L’intenditore

Togliamoci subito di mezzo la categoria più difficile, quella dell’intenditore. In questo caso, soprattutto se non siete altrettanto esperti, andate sul sicuro. Sì quindi ai vini blasonati come il Barolo, il Taurasi, il Morellino, l’Amarone oppure ancora il Brunello di Montalcino. Se invece preferite acquistare un vino bianco perché non orientarsi su un Vermertino? Se amate stupire poi potreste propendere per qualcosa di meno conosciuto come lo Sforzato della Valtellina, un Aglianico del Vulture, un Passito di Pantelleria o un Franciacorta, magari nella sua variante Satin.

Il festeggiato o l’ospite

Beh, in questo caso è bene più che altro accertarsi dei gusti personali del festeggiato o del tipo di pasto che si consumerà una volta a tavola. Via libera quindi al Barbaresco oppure al Barolo delle Langhe o ancora all’Amarone della Valpolicella.

Per gli uomini

Se il vostro regalo andrà ad un uomo in generale non sarà difficile scegliere: da un Cinque Terre ad un Pinot Grigio, da un Chianti ad un Barbera tutto verrà apprezzato, ne siamo più che sicuri.

A Natale

Festa chiama spumante. Che ne dite allora di un Valdobbiadene magari in confezione maxi? Non è male nemmeno l’idea di ricorrere ad uno Chardonnay o ad un Vermentino.

Se preferite orientarvi su un rosso invece vanno bene i vini sinora elencati: Chianti o Amarone, Barbera o Montepulciano, a voi la scelta.

Per brindare a fine pasto invece scegliete un intrigante Fior d’Arancio Passito oppure un godurioso Vendemmia Tardiva. Alla salute!